Amazon vista dagli Usa

Robert Reich

 
 
Robert Bernard Reich è un politico, accademico e scrittore statunitense, membro del Partito Democratico e Segretario del Lavoro degli Stati Uniti durante la presidenza di Bill Clinton.
 

Il cambiamento più drammatico nel capitalismo americano nell’ultimo mezzo secolo è stato l’emergere di colossi aziendali come Amazon e la simultanea contrazione del lavoro organizzato. Lo squilibrio che ne è derivato ha generato disuguaglianze quasi record di reddito e ricchezza, corruzione della democrazia a causa di grandi somme di denaro e abbandono della classe operaia.

Tutto questo sta arrivando al culmine in diversi modi.

La prossima settimana, Amazon dovrà affrontare un voto sindacale nel suo magazzino di Bessemer, in Alabama. In caso di successo, sarebbe il primo sindacato di Amazon con sede negli Stati Uniti nei suoi quasi 27 anni di storia.

Le condizioni nei magazzini di Amazon farebbero piacere a Kim Jong: quote di produzione rigide, giorni lavorativi di 10 ore con solo due pause di mezz’ora, procedure non sicure, licenziamenti arbitrari “e tengono traccia di ogni nostra mossa”, Jennifer Bates, addetta al magazzino di Bessemer, ha detto la settimana scorsa alla commissione per il bilancio del Senato.  

Per contrastare la spinta sindacale, Amazon ha richiesto ai lavoratori di Bessemer di partecipare a riunioni anti-sindacali, avvertendo i lavoratori che avrebbero dovuto pagare le quote sindacali (sbagliato: l’Alabama è uno stato cosiddetto “diritto al lavoro” che vieta le quote obbligatorie) e organizzatori intimiditi e molestati.

Perché Amazon abusa dei suoi lavoratori?

L’azienda non è esattamente in difficoltà. È l’azienda più redditizia d’America. Il suo presidente esecutivo e maggiore azionista, Jeff Bezos, è l’uomo più ricco del mondo, che detiene più ricchezza del 39% degli americani più poveri messi insieme.

Amazon abusa dei lavoratori perché può farlo.

Cinquant’anni fa, la General Motors era il più grande datore di lavoro in America. Il tipico lavoratore GM guadagnava 35 dollari l’ora in dollari odierni e aveva voce in capitolo sulle condizioni di lavoro. I più grandi datori di lavoro di oggi sono Amazon e Walmart, ciascuno paga circa $ 15 l’ora e tratta i propri lavoratori come bestiame.

Il tipico lavoratore GM non “valeva” più del doppio del lavoratore Amazon o Walmart di oggi e non aveva informazioni più preziose su come dovrebbe essere organizzato il lavoro. La differenza è che i lavoratori GM mezzo secolo fa avevano un forte sindacato alle spalle, che richiamava il potere di contrattazione collettiva di oltre un terzo dell’intera forza lavoro americana.

Al contrario, i lavoratori di Amazon e Walmart di oggi sono soli. E poiché solo il 6,4% dei lavoratori del settore privato americano è ora sindacalizzato, c’è poca pressione collettiva su Amazon o Walmart per trattare meglio i loro lavoratori.  

Cinquant’anni fa, il “grande lavoro” aveva un potere politico sufficiente per garantire che le leggi sul lavoro fossero applicate e che il governo spingesse le aziende giganti come GM a sostenere la classe media.

Oggi, l’influenza politica del lavoro organizzato è minuscola al confronto. I più grandi attori politici sono le multinazionali come Amazon. E cosa hanno fatto con i loro muscoli? Ha incoraggiato le leggi statali sul “diritto al lavoro”, ha attenuato le protezioni federali sul lavoro e ha tenuto il National Labour Relations Board a corto di personale e sovraccarico.

Hanno anche spinto il governo ad abbassare le tasse (Amazon ha pagato zero tasse federali nel 2018); Stati estorti per fornire loro agevolazioni fiscali come condizione per la localizzazione di strutture lì (Amazon è un campione in questo gioco); città vittima di bullismo in cui hanno sede (Amazon ha costretto Seattle a rinunciare a un piano per tassare le grandi società come lei per pagare i rifugi per i senzatetto); e intrattenuti trattati commerciali che consentono loro di esternalizzare così tanti lavori che i colletti blu in America non hanno altra scelta che accettare magazzini e consegne a bassa retribuzione e ad alto stress.

Oh, e hanno sterilizzato le leggi antitrust, che in un’epoca precedente avrebbero avuto aziende come Amazon nel mirino.

Questo decennale spostamento di potere – l’emergere di leviatani aziendali e la fine dei sindacati – ha portato a una massiccia ridistribuzione al rialzo del reddito e della ricchezza. Lo 0,1 più ricco degli americani ora ha quasi la stessa ricchezza del 90% più povero messo insieme.

I profitti aziendali rappresentano una quota crescente dell’economia totale e salari una quota in calo , con dirigenti e investitori multimiliardari come Bezos che si portano a casa la parte del leone.  

Lo spostamento di potere può essere invertito, ma solo con leggi sul lavoro più forti, accordi commerciali più rigidi e un rinnovato impegno per l’antitrust.

L’amministrazione Biden e i Democratici al Congresso sembrano disponibili. La Camera ha appena approvato le più dure riforme del diritto del lavoro in oltre una generazione . La nuova rappresentante commerciale di Biden, Katherine Tai, promette che gli accordi commerciali proteggeranno gli interessi dei lavoratori americani piuttosto che degli esportatori . E Biden sta mettendo i trustbusters in posizioni critiche alla Federal Trade Commission e alla Casa Bianca.

Mi piace pensare che l’America si trovi a un punto di svolta simile a dove si trovava circa centoventi anni fa, quando le devastazioni e gli eccessi dell’Età dell’Oro fecero precipitare quella che divenne nota come Era Progressista. Quindi, i riformatori hanno invertito il corso del capitalismo americano per i successivi 70 anni, facendolo funzionare per molti piuttosto che per pochi.

Gli attivisti progressisti di oggi – a Washington, nel magazzino di Bessemer di Amazon e in altre parti della nazione – potrebbero essere sul punto di fare lo stesso.

Come riportato sopra nel comunicato stampa uscito a Londra il 17 marzo 2021 l’Agenzia di Rating di Sostenibilità Standard Ethics ha emesso un ” E + ” 1 Rating aziendale a Amazon. 

Il rating è “under monitoring”. La Società è una componente di Indice SE US.

Due giudizi spiccano nella sintesi della società di Rating.

Under monitoring” ovvero sotto stretta osservazione e “Non-Compliant“inadempiente, che non osserva (le regole).

Questa voce è stata pubblicata in FinanzCapitalismo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento