Non c’è più tempo !

 w”] 

Ugo Balzametti

Il 28 febbraio è stato presentato il secondo volume del sesto rapporto di valutazione dell’Ipccc, l’organismo  delle Nazioni Unite:  Climate Change 20022:Impacts, Adaptation and Vulnerability (Cambiamento climatico 2022,Impatti,  Adattamento, Vulnerabilità) .

”Questo è, ha sottolineato il segretario generale dell’ONU,  il rapporto più importante della storia dell’IPCC, quello che ci mette di fronte alle nostre responsabilità”.

Il lavoro è incentrato su come il riscaldamento globale inciderà sulla vita delle persone e lancia un allarme: “il cambiamento climatico sta modificando la Natura, la vita dei cittadini del Pianeta e le infrastrutture ovunque”. 

Il report,  che nasce il un momento drammatico dove la guerra nel cuore dell’Europainvestono l’Ucraina e la Russia, ci dice che la Terra è un’unica entità e solo la cooperazione  tra i popoli riuscirà a dare risposte positive ai problemi globali.  Non ci si può nascondere dietro un’ottusa e fratricida guerra  per continuare ad estrarre combustibili fossili o riaprire le vecchie centrali a carbone.  E’ da irresponsabili!

Questo importante lavoro che ha visto coinvolti più di 250 scienziati  provenienti da tutte le parti del mondo,  evidenzia come sia  fondamentale il taglio delle emissioni del 45% entro il 2030 e arrivare al net zero entro il 2050.

Non c’è più tempo!   Il cambiamento climatico è una minaccia  pesante e crescente per il benessere del pianeta. Le nostre azioni di oggi segnano il modo in cui le persone  si adattano, e come la natura risponde ai crescenti rischi legati al cambiamento climatico, condizionando pesantemente il futuro dei nostri figli.

L’azione dell’uomo produce pericolosi e diffusi sconvolgimenti della natura  che colpiscono miliardi persone in tutto il mondo. Per la prima volta si mette in relazione il sistema geofisico e l’uomo mostrando una stretta dinamica di interazione, sono anelli della stessa rete. 

 Però  dobbiamo fare in fretta, se supereremo i limiti che la comunità scientifica si è data non ci sarà più nulla da fare e si metteranno in moto  punti di non ritorno.   

Per approfondire  leggi quiqui .

Informazioni su Walter Bottoni

Nato il primo settembre 1954 a Monte San Giovanni Campano, ha lavorato al Monte dei Paschi. Dal 2001 al 2014 è stato amministratore dei Fondi pensione del personale. Successivamente approda nel cda del Fondo Cometa dei metalmeccanici dove resta fino 2016. Attualmente collabora con la Società di Rating di sostenibilità Standard Ethics.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento