Meglio licenziati o uccisi?

Pubblichiamo il video integrale dell’assalto armato compiuto stanotte dagli squadristi assoldati da Zampieri contro i licenziati FedEx di Piacenza, che hanno mandato un lavoratore di Piacenza in coma:

Dalle immagini si comprende come l’agguato fosse stato probabilmente pianificato a tavolino: i mazzieri, travestiti da lavoratori, erano già preparati con centinaia di bastoni ricavati sfasciando i bancali di legno su cui vengono caricate le merci, mentre gli scioperanti sono a mani nude e si difendono come possono dall’assalto armato.

La polizia è sul posto in assetto antisommossa, ma non sembra muovere un dito finché gli aggressori, non riescono a fare arretrare il presidio dei lavoratori ad alcune decine di metri dai cancelli del magazzino.

È proprio in questi istanti che Abdelhamid Elazab, lavoratore SI Cobas della FedEx di Piacenza, viene colpito alla testa da un pezzo di bancale, restando a terra esanime e in una pozza di sangue.

Abdelhamid è tuttora ricoverato in ospedale: dopo essere stato in coma per alcune ore, da poco ha ripreso leggermente conoscenza.

Il sindacato oggi: IL CARO ESTINTO

Questa voce è stata pubblicata in Comunità sociale. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento