I fallimenti del mercato ieri come oggi

Federico Caffè è stato uno dei più importanti economisti della seconda metà del Novecento. Un economista che non guardava solo ai numeri, ma aveva a cuore il benessere delle persone, un “riformista umanista” che ha sempre auspicato il prevalere delle idee sugli interessi e pensato una società nel segno dell’equità.

È lui il protagonista del nuovo appuntamento con “Italiani”, introdotto da Paolo Mieli andato in onda mercoledì 10 marzo su Rai Storia  .

Questa voce è stata pubblicata in FinanzCapitalismo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento