Tesla ed ESG: un fulmine a ciel sereno?

È successo all’improvviso: il 18 maggio 2022 l’agenzia di rating S&P Global ha escluso Tesla dal suo Indice ESG guidando il CEO di Tesla Elon Musk attraverso un tweet furioso: “ESG is a scam (…)” . Un fulmine a ciel sereno.

Perchè questo? Forse perché, prima di tutto, essendo S&P un market mover, aveva già innescato un calo del valore delle azioni di Tesla del 15% nel 2020 [ 1 ]. Un ulteriore motivo sta alla base del fatto che non esiste uno standard concordato sugli indici ESG e questo sta causando irritabilità.

Ora, sul primo motivo, c’è poco da dire. Le agenzie di rating del credito come S&P Global svolgono il loro lavoro con indipendenza e trasparenza. Le richieste delle autorità di regolamentazione di coinvolgere i fattori ESG nelle valutazioni delle CRA sono una prova dell’insorgere di problemi ESG sostanziali nel rischio di credito. Il risultato è che le agenzie di rating del credito continuano a concentrarsi sul credito mentre producono un “punteggio” ESG, che fornisce loro una valutazione secondaria basata sui dati dell’attrattiva del rischio ESG dell’emittente [ 2 ]. Inoltre, esaminando il background metodologico dell’esclusione dall’indice [ 3] gli osservatori potrebbero dire che le forze ambientali di Tesla non erano affatto alla base della scelta degli analisti. Infatti, Tesla è in prima linea nell’innovazione dei veicoli elettrici (EV). Guardando oltre il fattore E, Tesla è caduto da una serie di eventi avversi che vanno dai diritti umani fino alla sicurezza dei sistemi automatici dei veicoli elettrici, con fluttuazioni speculative del prezzo delle azioni straordinarie gonfiate dal CEO dell’azienda e dal tweeter seriale Elon Musk – aggiungono gli analisti di Morningstar [ 4 ] . In breve, l’azienda è carente di fondamenti Sociali e di Governance .

Tutto sommato, le vere motivazioni alla base delle esclusioni dell’indice sono state puramente soggettive, poiché, secondo la metodologia proprietaria di S&P, altre società hanno preso la parola. In questo caso, il problema non è l’esclusione dall’indice di per sé . Piuttosto, l’esclusione di Tesla da un indice che è tra i più autorevoli del mercato statunitense, sostanzialmente fa sì che tale “azione” sia un market moover dato che S&P si distingue come agenzia di rating indipendente.

 

“Sulla base della maggior parte delle argomentazioni contro il libero mercato c’è la mancanza di fiducia nella libertà stessa”. ― Milton Friedman

 

Gli ESG non sono una fregatura ma il futuro. E sottovalutarli sarebbe ingenuo. Perché nessun uomo può stare al di sopra del mercato, come significa la citazione dell’economista Milton Friedman. Detto questo, il tweet di Musk ha acceso un legittimo dibattito sulla questione. Questa volta, il mercato ha fatto pagare a Tesla il pifferaio. Ad ogni modo, le divergenze tra le metodologie degli indici ESG esistenti sono ancora un argomento, come sottolineato da un approfondito documento del MIT che sottolinea la cosiddetta “confusione aggregata” [ 5 ].

 

Mentre gli osservatori si aspettano un passo decisivo verso una metodologia di benchmarking ESG regolamentata nell’UE, c’è ancora una mancanza di sensibilità riguardo all’ESG nel mercato statunitense. Ogni volta che le autorità di regolamentazione definiranno un benchmark preciso per gli indici ESG, allora – ovviamente – parleremo di inclusioni ed esclusioni dagli indici ESG con obiettività. Per allora, speriamo che Tesla – con il suo potenziale all’avanguardia – cambi le sue strategie e almeno tenti di fornire implementazioni appropriate anche in ambito sociale e di governance.

 
 
 

By Manfredi Morello

 
 
 
 

Riferimenti

 

[1] Reuters “Le azioni Tesla cadono perché non riescono a entrare nell’indice S&P 500” . URL: https://www.pressure.com/article/tesla-stocks-idUSL4N2G52GS

 

[2] Morello M. (2020) “Le agenzie di rating del credito rileveranno le agenzie di rating ESG?” . URL: https://www.csrnatives.net/post/will-credit-rating-agencies-take-over-esg-rating-agencies

 

[3] Dorn M. (2022) “The (Re)Balancing Act of the S&P 500 ESG Index” . URL: https://www.indexologyblog.com/2022/05/17/the-rebalancing-act-of-the-sp-500-esg-index/

 

[4] Norton L. (2022) URL “Ecco perché la valutazione ESG di Tesla non è eccezionale” : https://www.morningstar.co.uk/uk/news/221629/this-is-why-teslas-esg -rating-isnt-great.aspx

 

[5] FinancialTimes.com (2022) “Confusione ESG aggregata” . URL: https://www.ft.com/content/e84a6f9a-7861-43e6-b0e8-773732772c3a

 
 
 
 

Informazioni su Walter Bottoni

Nato il primo settembre 1954 a Monte San Giovanni Campano, ha lavorato al Monte dei Paschi. Dal 2001 al 2014 è stato amministratore dei Fondi pensione del personale. Successivamente approda nel cda del Fondo Cometa dei metalmeccanici dove resta fino 2016. Attualmente collabora con la Società di Rating di sostenibilità Standard Ethics.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento