Il fantasma della libertà di nome green pass

Il green pass non serve per votare in Parlamento, ma sia a Montecitorio che a Palazzo Madama bisogna mostrare il certificato verde per svolgere altre attività, come mangiare al ristorante o partecipare a un convegno. Lo prevedono le norme approvate dal collegio dei questori di Camera e Senato, in vigore già dallo scorso 6 agosto.

Peccato  che qui con noi non ci sia Luis Buñuel.

Questa voce è stata pubblicata in Comunità sociale. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento