E’ nata una stella …. ma la giustizia muore

È nata una stella nel cielo lontano,

brilla la sera più viva che mai.

È la sua luce un faro costante,

strada sicura,

meta divina.

Il tuo sorriso illumina i giorni,

rende più accetto il triste vivere.

I tuoi principi t’han reso eterna,

degna fanciulla di un Dio lontano.

Nel tuo ricordo affronto la vita,

vedo il tuo sguardo,

i tuoi occhi felici.

È la tua vita finita quel giorno,

ma la tua anima vive d’eterno.

(Papà Guglielmo).

Sempre ieri  Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso dei pubblici ministeri della Procura di Roma contro la decisione del giudice dell’udienza preliminare che l’11 aprile scorso ha disposto la sospensione del procedimento disponendo nuove ricerche degli imputati a cui notificare gli atti. Con questa decisione della Cassazione si riducono i margini di potere celebrare un processo in Italia sul caso Giulio Regeni

Torturato

ucciso come la feccia

spezzata la giovane speranza

calpestato un futuro in costruzione.

Ora solo un posto vuoto

le lacrime infinite dei parenti

su quel tuo dolce irriconoscibile viso

una morte che grida vergogna

e merita verità.

Dal 2001 ad oggi siamo sicuramente entrati in un’epoca diversa, più oscura meno prevedibile e sicuramente più incerta.

Resta solo una certezza: la lontananza della giustizia dal destino degli uomini e delle donne di buona volontà.

Informazioni su Walter Bottoni

Nato il primo settembre 1954 a Monte San Giovanni Campano, ha lavorato al Monte dei Paschi. Dal 2001 al 2014 è stato amministratore dei Fondi pensione del personale. Successivamente approda nel cda del Fondo Cometa dei metalmeccanici dove resta fino 2016. Attualmente collabora con la Società di Rating di sostenibilità Standard Ethics.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento