近松物語

Gli amanti crocifissi (近松物語) è un film del 1954 diretto da Kenji Mizoguchi.

È stato presentato in concorso al Festival di Cannes 1955 ed è considerato uno dei capolavori di Mizoguchi.

La storia, ambientata a Kyoto nel XVII secolo, è tratta da un dramma di Monzaemon Chikamatsu; la traduzione del titolo originale infatti è “Una storia di Chikamatsu”. Le vicende dei protagonisti veicolano una critica delle convenzioni sociali del Giappone tradizionale, in cui gli amanti venivano puniti addirittura con la crocifissione.

Mahmoud Ghaffari il regista iraniano di questo magnifico film ci racconta che nel suo Paese “Non c’è nessun sindacato perché il buon senso impone di evitare assemblee. Quindi non esiste sicurezza e la legge è fatta negli interessi di governo e datori di lavoro. Gran parte dell’economia è nelle mani del governo. Nel caso delle donne, ci sono molti problemi che impediscono loro di crescere e diventare dirigenti. Il governo insiste sul fatto che debbano stare a casa e crescere i bambini. Tuttavia, le donne iraniane non lo accettano, attaccano le leggi discriminatorie e si impongono in diverse professioni. È dura ma c’è speranza”.

DONNA, VITA, LIBERTA'

Informazioni su Walter Bottoni

Nato il primo settembre 1954 a Monte San Giovanni Campano, ha lavorato al Monte dei Paschi. Dal 2001 al 2014 è stato amministratore dei Fondi pensione del personale. Successivamente approda nel cda del Fondo Cometa dei metalmeccanici dove resta fino 2016. Attualmente collabora con la Società di Rating di sostenibilità Standard Ethics.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento